riso , broccoli e pollo e non solo – bodybuilding

8578864-un-piatto-di-pollo-tsos-generale-con-broccoli-e-maiale-fritto-riso-isolato-su-uno-sfondo-bianco-archivio-fotograficoparte 1-

cosa mangiare per sviluppare la massa magra???

Questa domanda chissà quanti/e di voi se la saranno posta… diciamo che per fornire al nostro corpo tutto ciò che ha bisogno il segreto sta nel variare settimanalmente gli alimenti introdotti nei pasti.. Certo, c’è chi è abbastanza metodico nella colazione, ma a  pranzo e cena bisogna variare. In questo modo il nostro fisico riceverà sempre, oltre che i macro nutrienti ( fissi) , diversi micronutrienti che andrà ad impiegare nella sua ricostruzione.

 

1) Riso

E un cereale integrale a digestione lenta che rilascia lentamente  energia sia durante tutta la giornata che durante gli allenamenti.  Il riso è un alimento rinfrescante, disintossicante  e consente anche di aumentare i livelli dell’ormone della grecita.

Inoltre è privo di glutine e quindi può esser consumato anche dai celiaci o chi , come me, ha l’intolleranza al glutine.

Per la sua azione blandamente ipotensiva e diuretica è consigliato anche nelle malattie cardiache, nell’ipertensione. Per la sua alta digeribilità, il riso non affatica lo stomaco ed è quindi l’alimento ideale per chi teme la sonnolenza dopo il pasto.

ci sono svariate qualità di riso, ciascuna delle quali ha proprietà differenti.
La qualità più versatile è  quello BASMATI : il cui nome significa “regina di fragranza”, proprio per indicare il sapore intenso e particolare e la delicata fragranza che lo caratteristica. Caratteristico della cultura orientale , è fantastico se vuoi perdere qualche chilo, perché è buonissimo anche scondito senza una goccia d’olio, ha un sapore deciso e conferisce al pasto un elevato grado di sazietà, qualità difficile da trovare nel cibo ipocalorico e lo puoi abbinare benissimo con verdure e proteine.

Riso nero ( o venere)

Il riso nero è ricco di proteine. Tipico del nord America , è indicato in caso di colite e gastrite.  si contraddistingue dalle altre varietà di riso soprattutto per il suo basso indice glicemico. Per questo motivo possiamo dire che tra tutti è quello che meglio si adatta alla dieta di una persona affetta da diabete

Riso bianco classico

Utile in caso di diarrea, in quanto astringente, grazie alla presenza di amido, aiutando anche a ridurre le fermentazioni intestinali.  È carente di vitamine e minerali

Riso rosso

Il riso rosso è un rimedio naturale  contro la diarrea e le indigestioni, oltre che per migliorare la circolazione sanguigna. Questo tipo di riso riduce il colesterolo cattivo. A chicco lungo o corto, è il riso ideale per chi vuole mantenere pulite le arterie.

Riso integrale

Aumenta il senso di sazietà, grazie alla presenza di fibre. Sempre per questo motivo, al contrario di quello brillato , aiuta l’evaquazione intestinale.

 

2) BROCCOLI

I broccoli, detti anche cavoli broccoli o cavoli verdi, è un ortaggio dal gusto deciso e caratteristico e in cucina trova impiego in diverse preparazioni: si consuma come ortaggio da contorno o come ingrediente per la preparazione di zuppe, minestre, condimenti per pasta o riso.

sono talmente ricchi di vitamina C, che bastano 100 gr al giorno per coprire il 156% del fabbisogno giornaliero!!!

La quantità di grassi apportata dai broccoli è assolutamente trascurabile, questo vantaggio dovrebbe essere attentamente preservato scegliendo condimenti leggeri.

Tra le diverse varietà di broccoli, il cavolo broccolo verde ramoso contiene una maggior quantità di proteine: in una porzione da 100 g l’apporto è di 3,4 g.

Tutti i broccoli si distinguono per la buona concentrazione di vitamina C e di betacarotene, un carotenoide precursore della vitamina A che ha note proprietà antiossidanti. Inoltre aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

 

3) POLLO E TACCHINO

Per mettere chili di muscoli e ridurre la massa grassa, carni magre, come petto di pollo e di tacchino, sono l’ideale nella dieta . Ovviamente mi sto riferendo a carni sicure, senza esser state “create” da animali sotto l’effetto di antibiotici!!! Non mi soffermo in questo aspetto perchè non di mia competenza.

  • sono ricche di ferro: sfatano il mito: colore chiaro= anemia. Al controario, contentono 1,5 (pollo) e 2,5 (tacchino ) grammi di ferro, valori  più o meno equivalenti alla carne di bovino.
  •  La carne di pollo ha il vantaggio di essere più facilmente masticabile e digeribile, soprattutto se cucinata in modo semplice (arrosto, ai ferri, lessata).
  • Hanno pochi grassi: solo l’1% nel petto di pollo e l’1,5% nel tacchino (senza pelle). Il basso contenuto di grassi, (che tra l’altro sono concentrati nella pelle, facilmente eliminabile), riduce l’apporto calorico di queste carni, rendendole ideali per chi tiene sotto controllo il peso corporeo.
  • sono molto versatili e di ricette ce ne sono a iosa 🙂

 



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.